L’umanesimo nell’intelligenza artificiale, nella realtà virtuale e nei videogiochi


Data
17 apr 2021 12:00
Luogo
online

Le avanguardie nella ricerca e sviluppo nei campi dell’AI e della VR/AR sono sempre più interconnesse con la fisiologia e la psicologia umana e con questioni filosofiche che richiedono un approccio interdisciplinare e scelte etiche, in vista di un’imminente diffusione massiva e popolare di queste tecnologie.

Il videogioco è già considerabile come un medium “umanista” dove il giocatore è al centro dell’esperienza come protagonista attivo e decisivo. I game designers sono gli architetti delle esperienze più o meno ludiche da far vivere ai giocatori e grazie alle nuove frontiere tecnologiche stiamo arrivando a livelli di immersività che sono sia incredibili e meravigliosi, quanto preoccupanti e pericolosi.

Gli sviluppatori di videogiochi potrebbero essere i prossimi a dover rispettare un “giuramento di Ippocrate”?

ecco il video dell’intervento e troverete tutta la trascrizione e approfondimenti qui


ecco il programma dei tre giorni del Simposio.
è gratuito ma bisogna registrarsi per ricevere i links alle conferenze Zoom

Stefano Cecere
Stefano Cecere
Play well, Die Happy! Ricercatore, Sviluppatore, Educatore, Politico M5S, Umanista, Papà.

Ricerco, Sviluppo e Condivido nell’intersezione tra Giochi, Educazione, Tecnologie Digitali, Creatività, Filosofia e attivismo per una Politica Progressista 2050. E papà 2x

Correlato