Stati di Coscienza Alterati e VR

scendendo la montagna accennavo agli stati alterati di #coscienza e alle varie tecniche con cui avvicinarsi.

non mi aspetto che i tredicenni abbiano già cercato qualcosa in merito (ricordo che in terza media avevo già libri in merito, ma io non faccio testo), generalmente entro i vent’anni si fa qualche esperienza più o meno casuale (solitamente con alcool o droghe) e qualcuno potrebbe fare qualche domanda per capire… è tutta roba nel cervello? esistono dimensioni trascendentali? cosa accomuna gli sciamani asiatici a quelli americani agli oracoli greci? e quando ti capita tra le mani lo Sciamanesimo e le Tecniche dell’Estasi o i librini dell’Hofmann potrebbe aprirsi un mondo di ricerca

capire cosa fanno i Dervisci quando ruotano o cosa succede a Bukowski in Hair quando mangia lo zuccherino, provare una camera di soppressione sensoriale (tutti l’abbiamo riscoperta con Stranger Things.. ma l’avete mai provata veramente?) o come agisce l’alcool, credo debba fare parte della cultura base minima per vivere in società. altrimenti si vive tutto “da fuori”, esternamente. e poi ti ritrovi a fare terrorismo politico contro la cannabis e vivi le religioni come dogmi di facciata o di convenienza.

venendo al punto di questo post, ispirato da questo articolo su Technology Review (una rivista abbastanza importante, per chi non la conoscesse) ripenso all’utilizzo della Realtà Virtuale e di alcune esperienze che essa permette di vivere, vicine a quelle sperimentabili della ricerca della trascendenza, con o senza artifizi esterni, quali ad esempio le droghe allucinogene.

nelle mie lezioni sulla #VR uso e consiglio un libro, opensource, che analizza in profondità tutto l’aspetto psicofisico in gioco con il “sabotaggio sensoriale” creato ad hoc dai designer e sviluppatori.

rilancio qui alcun paragrafi e il link al libro per gli interessati: https://stefanocecere.com/studio/res/vr-book/

intanto ricordiamoci che ognuno ha vissuto esperienze a volte indicibili, a volte interessanti per dare una direzione alla propria vita.

PS: meglio specificare che sono astemio da vent’anni e non faccio uso di alcun tipo di droga

https://www.technologyreview.com/2022/08/06/1056727/vr-virtual-reality-psychedelics-transcendence/

Stefano Cecere
Stefano Cecere
Play well, Die Happy! Ricercatore, Sviluppatore, Educatore, Politico, Umanista, Papà.

Ricerco, Sviluppo e Condivido nell’intersezione tra Giochi, Educazione, Tecnologie Digitali, Creatività, Filosofia e attivismo Umanista per una Politica 2042. Senza troppe aspettative ma almeno mi diverto nel tentativo :) ah e papà 2x

Correlato