L'Intelligente

se c’è qualcosa che ho capito, è che una persona brava e intelligente dovrebbe cercare di aiutare chi è meno bravo e meno intelligente. non stare invece ad insultarla dandogli dell’incapace e cialtrone, ancora peggio sfruttarlo.

capisco che ci vuole molta pazienza e che sembra di vivere dentro Idiocracy. ma se perdo la pazienza e la fiducia nell’altro, rischio di diventare o un elitario o un fascista.

è questo considerarmi “umanista” che mi colloca ben distante dagli “illuminati di sinistra” (che presumono la conoscenza del meglio e bene o male cercano di imporlo alle masse barbare e deficiente chi la pensa appena diversamente) e dai “socialisti di destra” (che ugualmente illuminati ma avversari di quelli di sinistra, ammaliano i poeracci come loro con una psicologia molto bassa o con la minaccia autorevole della forza)

per finire, benvenga chi fallisce e sbaglia in validi e sinceri tentativi, che non chi cerca la compensazione del proprio nulla inquinando le falde.

Stefano Cecere
Stefano Cecere
Play well, Die Happy! Ricercatore, Sviluppatore, Educatore, Politico M5S, Umanista, Papà.

Ricerco, Sviluppo e Condivido nell’intersezione tra Giochi, Educazione, Tecnologie Digitali, Creatività, Filosofia e attivismo per una Politica Progressista 2050. E papà 2x

Correlato