I veri nemici

I VERI NEMICI

tutti noi abbiamo in mente un mondo ideale, la società che ci piacerebbe, vorremmo che gli altri si comportassero come noi, o siamo disillusi e pessimisti e pensiamo solo al nostro orto, ok

ma nel momento in cui ci interessa veramente attivarci per migliorare la società, chi sono i veri nemici? la nemesi da sconfiggere? la più grande difficoltà? sono forse quelli che la pensano diversamente e magari spingono per avere un Presidente della Repubblica con più poteri per sferzare un po’ più decisamente? sono quelli che darebbero tutto in mano al libero mercato?

sono quelli che preferirebbero meno soldi in tasca ma uno Stato più ricco e solidale?

chi si disinteressa a tutto e non vota più? sono i grandi banchieri? i grandi tiranni? i migranti sui barconi? gli omosessuali? chi non crede nel tuo Dio? gli intellettuali? o chi non ha studiato? TikTok? i vecchi? i nullafacenti? i ricchissimi?

con chi la pensa o vive diversamente dovremmo iniziare una bella dialettica e capire e persuadere ed equilibrarci. sono processi di evoluzione della società come ne abbiamo visti tanti e sempre faremo.

ma c’è una categoria che non ho accennato, e che potrebbe essere il vero “nemico della società”: chi sta a margine di tutto e se ne approfitta per interesse personale.

quelli che mentre siamo impegnati nel nostro lavoro, a costruire cose, a litigare con chi la pensa diversamente, sotto sotto trova il modo di rubarci la terra da sotto i piedi.

chi non paga le tasse per scelta, ad esempio.

chi corrompe e si fa corrompere per evitare le regole dell collettività.

chi si appropria di beni comuni.

chi si approfitta delle debolezze degli altri dando il colpo finale e impossessandosi delle loro cose.

in pratica chi si approfitta della società, con mezzi legali o illegali, per puro interesse personale, distaccato, al di fuori del gioco collettivo che facciamo noi che invece la società la consideriamo come l’aria che respiriamo e ci confrontiamo con gli altri.

io non avrei alcuna pietà di queste persone.

le manderei su un altro pianeta.

che ne pensate?

Stefano Cecere
Stefano Cecere
Play well, Die Happy! Ricercatore, Sviluppatore, Educatore, Politico M5S, Umanista, Papà.

Ricerco, Sviluppo e Condivido nell’intersezione tra Giochi, Educazione, Tecnologie Digitali, Creatività, Filosofia e attivismo per una Politica Progressista 2050. E papà 2x

Correlato